Apple Watch arriva in Italia

Dopo quasi un anno di attesa ci siamo. Alla vigilia dell’uscita sul mercato italiano di quello che Tim Cook ha presentato come “Il dispositivo più personale che abbiamo mai creato”, ecco qualche nostra considerazione sull’Apple Watch.
 

Lo scorso settembre, in occasione della presentazione dello smartwatch e dell’iPhone6 (o meglio dei due iPhone6), il CEO dell’azienda di Cupertino non si era risparmiato in fatto di complimenti. Una definizione importante, visionaria e megalomane, così come piace tanto ai tipi tosti della Apple, per un prodotto molto atteso, che vuole diventare un must in una categoria che non ha avuto (ancora) il successo aspettato. Basti pensare che Samsung, in un solo anno, ha messo sul mercato ben 6 modelli differenti di smartwatch senza un grande riscontro di pubblico.
 

Apple riuscirà nell’impresa?

Sono stati gli smartwatch a non essere adatti oppure siamo noi a non essere pronti a questi dispositivi? Questa è l’incognita che milita su questa sezione di mercato hi tech, l’orologio intelligente non è riuscito ad incarnare quello status symbol che i produttori auspicavano. In realtà questo accomuna tutti i dispositivi cosiddetti “wearable”. Piace la novità, bella l’idea, ma ancora manca qualcosa.
 

Nel mercato degli indossabili mancava proprio l’azienda di Cupertino, che si è fatta attendere per bene. C’è chi già ipotizza che Apple saprà fare meglio degli altri, che avrà un grande successo dove molti hanno fallito, e chi, invece critica il fatto che sia un device riservato esclusivamente alla nicchia di fan della Mela. La connettività, infatti, è limitata a iPhone 5, 5s, 5c, 6 e 6 Plus, cosa che sicuramente un po’ condizionerà i numeri a livello mondiale, dove rimane intatto il primato di smartphone di matrice Android.
 

Alla vigilia dell’uscita nel nostro paese non siamo in grado di rispondere a queste domande, quel che è certo è che se dipendesse dal grado di attesa suscitato, Apple avrebbe già vinto. D’altronde non è una novità, il brand sa come sponsorizzarsi e piacere, ha persino rivoluzionato il modo di fare advertising.
 

Finalmente in vendita in Italia

Nello scorso post eravamo rimasti a questo punto “quando potremo comprarli?”. Dopo mesi di attese, il 26 giugno è il grande giorno in Italia.
 

Saranno disponibili tre collezioni: la linea Apple Watch con cinturino in cuoio oppure acciaio lucido inossidabile, l’Apple Watch Sport con cinturino in gomma per gli amanti del fitness e l’Apple Watch Edition, con cassa dorata e materiali pregiati, realizzato con uno speciale processo di lavorazione che lo rende due volte più duro e resistente rispetto all’oro classico.
 

Ma quanto costa l'Apple Watch?
I costi si preannunciano un po’ più di alti rispetto a quanto dichiarato da Tim Cook lo scorso autunno. 399 euro il prezzo di partenza per l’Apple Watch Sport, dai 649 fino ai 1249 euro per la linea classica e dai 10mila euro in su l’edizione speciale, ovviamente tempestata d’oro.
 

Cosa si può fare con lo smartwatch?

Apple Watch ha un design tradizionale, quadrante rettangolare (1,5 o 1,65 pollici), cinturino intercambiabile e classica rotellina laterale. Ovviamente le funzionalità sono molto più tech. Grande attenzione è stata data all’attività di sport e fitness. L’Apple Watch misura i passi, il battito cardiaco, le calorie consumate e persino il tempo trascorso in piedi. L’attività svolta sarà visualizzabile nel calendario, dove verranno mostrati i progressi oppure eventuali regressi svolti, e gli obiettivi raggiunti nel tempo.
 

Ecco un po’ più nel dettaglio le funzionalità dell’orologio intelligente della Apple.

  • Chiamate: con lo smartwatch si possono fare chiamate in viva voce, ovviamente abbinando l’orologio all’iPhone.
  • Messaggi: si può messaggiare grazie alla dettatura vocale e inserire emoticons.
  • Mail: è possibile controllare la propria posta elettronica e rispondere con l’ausilio della dettatura vocale.
  • Mappe: grazie al GPS dell’iPhone possiamo avere sul nostro quadrante mappe interattive e navigatore.
  • Attività sportive: Apple Watch è un vero e proprio personal trainer, monitora il movimento, la quantità e la qualità delle attività giornaliere e stimola a muoversi un po’.

Come funziona l’Apple Watch?

 

 
Attivazione. Sollevando il polso il tuo Apple Watch si attiverà e per disattivarlo basterà abbassarlo. Puoi accedere alle tue app cliccando la corona digitale, e se la tieni premuta ti verrà in soccorso Siri.
Scroll. Scorrendo dal basso verso l’alto avrai le anteprime delle app che usi più spesso; nel senso opposto, invece, vedrai le notifiche che ti sei perso.
Corona digitale. Fa le veci della vecchia rotella, ti fa scorrere tra i menù, le notifiche e le liste e ti consente lo zoom. Il tasto sotto la corona digitale ti porta direttamente alla lista dei contatti più frequenti.
Customize. Puoi scegliere la schermata principale, il design di lancette, colori e altre informazioni aggiuntive, come gli appuntamenti sul calendari, i luoghi, il meteo.
 

Questo è solo un piccolo assaggio di tutto quello che potremo fare, ovviamente aspettiamo di averlo al nostro polso per svelarvi tanti altri segreti e consigli.