Apple si fa in due: iPhone 6 & iPhone 6 Plus


Bigger. Thinner. Easier.

Il nuovo modello di iPhone è questo e molto altro. "Il miglior iPhone mai creato". Ecco come Tim Cook, attuale CEO della Apple, ha presentato al mondo intero, l'ultimo modello, per meglio dire gli ultimi modelli, dello smartphone più amato. Due modelli, il 6 e il 6 Plus, per un device, perché telefono ormai è un termine del tutto riduttivo, che rappresentano una vera e propria svolta nel settore. Anche i più tech, abituati alle numerosissime feature dei vari dispositivi, debbono ricredersi con le novità che promette l'azienda di Cupertino.

Design

I nuovi iPhone risultano più arrotondati e più grandi dei predecessori. Il modello 6 ha un display da 4,7 pollici con una risoluzione di 1334x750 pixel (326 ppi) , il 6 Plus un display da 5,5 pollici FullHD 1920x1080 (401 ppi). Non solo. I due modelli sono anche più sottili, rispettivamente 6,9 mm e 7,1 mm, con il pulsante di accensione spostato sul lato della scocca, per consentire un utilizzo più “one-handed”.

Componenti hardware e software

I nuovi prodotti della Apple promettono miglioramenti soprattutto dal punto di vista del processore. Entrambi, infatti, montano un chip A8, seconda generazione a 64 bit con 2 miliardi di transistor, il doppio rispetto al 5S e una CPU dek 25% più veloce. Le performance grafiche sono aumentate di 84 volte. I due modelli saranno disponibili con il nuovo sistema operativo iOS 8 (disponibile gratuitamente per il download a partire dal 17 settembre, dall'iPhone 4S e dall'iPad2), che consentirà il multitasking sullo schermo.

apple pay

Apple Pay

La vera innovazione dei nuovi iPhone è racchiusa in questa sigla, Apple Pay. Per la serie, dimenticate a casa il portafoglio, a pagare ci pensa il vostro iPhone. Tim Cook lancia il nuovo sistema di pagamenti che si preannuncia facile, sicuro e privato. Apple Pay è la scommessa di trasformare l’iPhone in un borsellino elettronico. Secondo il vicepresidente Eddy Cue, Apple Pay cambierà l'intero sistema per la facilità e sicurezza (non a caso il touch ID) delle transazioni. Si può associare la carta utilizzata su iTunes oppure aggiungerne una altra facilmente. Il numero di carta di credito non viene archiviato sul telefono e c'è totale privacy su quello che viene comprato, sul dove e soprattutto su quanto si spende. In caso di furto dell’iPhone basta un clic attraverso il servizio “Trova il mio iPhone” per disabilitare i pagamenti. Ovviamente tutto questo, per ora, riguarda gli Stati Uniti, dove la Apple ha raggiunto accordi con le tre maggiori emittenti di carte, Visa, Mastercard e American Express, per gli altri, tra cui l'Italia, non ci resta che aspettare.

E la vendita?

I due modelli di iPhone 6 saranno disponibili dal 19 settembre in nove Paesi, Stati Uniti, Francia, Hong Kong, Canada, Germania, Singapore, Gran Bretagna, Australia e Giappone, mentre gli ordini partiranno da venerdì 12. I prezzi negli Usa partiranno da 199 dollari per il 6 e da 299 dollari per il 6 Plus, con abbonamenti biennali. Per noi italiani sarà possibile ordinare gli smartphone dal 29 settembre sul sito ufficiale, anche se non si conosce ancora la data di uscita ufficiale. Per quanto riguarda i prezzi nel nostro paese, iPhone 6 partirà da 729 euro nella versione da 16 gigabyte e il Plus da 839 euro.