Basta con le attese. Ecco iPhone 6 e Apple Watch

“Keep trusting there is always another, better, bigger way” è iniziata così la giornata più attesa dell'anno e non solo, per gli addetti ai lavori di Apple e per tutti quelli che seguono, comprano, e forse vivono dei prodotti della Mela più tecnologica di sempre. A Cupertino, dopo 30 anni esatti da quando l'indimenticato ed indimenticabile Steve Jobs presentò i primi computer Machintosh, Tim Cook, attuale CEO dell'azienda, ha mostrato i nuovi e attesissimi gioielli tech. Non un caso ovviamente, una scelta precisa e mirata, verso dei device sempre più al centro dell'esperienza umana.

iPhone 6 e iPhone 6 Plus

Forte del claim “pushing harder and further”, Cook ha aperto l'evento presentando, a distanza di un anno, il nuovo modello di iPhone. Due versioni in realtà, entrambe più grandi di tutte le precedenti e molto più sottili, l'iPhone 6, con display da 4,7 pollici e l'iPhone 6 plus, con schermo da 5,5. Non stupisce che l'amministratore delegato lo definisca "Il miglior iPhone mai creato", probabilmente il progresso più importante per la Apple. I due modelli saranno disponibili con il nuovo sistema operativo iOS 8 (disponibile gratuitamente per il download a partire dal 17 settembre, dall'iPhone 4S e dall'iPad2), che consentirà il multitasking sullo schermo. Il pulsante di accensione è montato sul lato della scocca, ma i veri miglioramenti sono a livello di processore. I nuovi iPhone montano un chip A8, seconda generazione a 64 bit con 2 miliardi di transistor, il doppio rispetto al 5S e una CPU dek 25% più veloce. Le performance grafiche sono aumentate di 84 volte con una risoluzione di 1334 per 750 (720 HD) con una densità di 326 pixels per pollice per quanto riguarda il 6 e 1920 per 1080 (1080HD) pari a una densità di 401 pixels per pollice per il Plus. Un grande passo in avanti per quanto riguarda uno dei punti a sfavore da sempre, la batteria. A livello energetico il nuovo telefono promette di essere il 50% più efficiente rispetto al passato. Sul fronte camera, sia per foto che per video, l'iPhone 6 ha un sensore da 8 megapixel completamente rinnovato con una apertura di f/2,2 con un auto-focus molto più preciso e veloce. Uno stabilizzatore ottico aiuterà le immagini in notturna e si potranno effettuare riprese in time-lapse.

iphone 6 apple watch1

Apple Watch, attesa finita

Altro grande atteso della serata è stato lo smartwatch dell'azienda di Cupertino, l'Apple Watch. Definito da Tim Cook come "il dispositivo più personale che abbiamo mai creato", l'oggetto che si pone l'obiettivo di inventare una nuova categoria di prodotto per un nuovo mercato. L'Apple Watch ha un look tradizionale, quadrante rettangolare (1,5 o 1,65 pollici), cinturino intercambiabile e classica rotellina laterale. Ovviamente le funzionalità sono molto più tech. Lo schermo è touch, la "corona digitale" serve per navigare all'interno dei contenuti, selezionare le varie opzioni e persino attivare lo zoom. Saranno disponibili tre collezioni: la linea Apple Watch con cinturino in cuoio oppure acciaio, l'Apple Watch Sport con cinturino in gomma per gli amanti del fitness e l'Apple Watch Edition, con cassa dorata e materiali pregiati (è prevista persino una versione dorata da 18 carati). Il dispositivo funzionerà con gli iPhone 5, 5s, 5c, 6 e 6 Plus. Finale col botto grazie alla presenza degli U2, saliti a sorpresa (o quasi) sul palco, che hanno annunciato l'uscita del nuovo album "Songs of Innocence", scaricabile da subito gratuitamente da iTunes.

Quando potremo comprarli?

I due modelli di iPhone 6 saranno disponibili dal 19 settembre in nove paesi, ma non in Italia. Per noi italiani sarà possibile ordinare gli smartphone dal 29 settembre sul sito ufficiale, anche se non si conosce ancora la data di uscita ufficiale. L'iPhone 6 partirà da 729 euro nella versione da 16 gigabyte mentre il Plus da 839 euro. Per quanto riguarda l'Apple Watch, per adesso le informazioni riguardano solo il mercato statunitense dove sarà disponibile a partire dal 2015, a partire dai 349 dollari.