Seo: quando il sito web da solo non basta

Lo sanno anche i bambini (che infatti sono nativi digitali): è inutile realizzare un sito web se nessuno andrà mai a guardarlo. Ok, il sito piace a te che l'hai pagato, alla web agency che l'ha sviluppato, probabilmente anche alla tua fidanzata e a tua madre, ma nessun altro avrà mai modo di apprezzarlo. Perché? Perché se ti cerco su Google - tanto per citare il motore di ricerca più importante - tu non ci sei. Provo a scrivere il nome della tua attività e della tua città (esempio: caseificio Aversa) e non ti vedo nelle prime due pagine (alla terza mi sono già stufato ed ho chiamato il caseificio del tuo ex compagno di scuola, sì, proprio quello che in terza elementare ti ha rubato l'amichetta del cuore e che poi, venti anni dopo, ha aperto un caseificio accanto al tuo...). Provo a scrivere il nome del tuo prodotto (esempio: mozzarella di bufala) e non ti vedo da nessuna parte (in compenso mi è venuta fame e sto per andare a fare la spesa dal tuo ex compagno di scuola. Sì, sempre lui). Provo a scrivere il nome della tua attività (esempio: caseifico F.lli Cirillizzo), più specifico di così! Ma nemmeno qui, sorpresa amara, ti trovo, mentre leggo il nome di decine di tuoi "rivali". Sì, il tuo sito sarà anche carino, ma lo sai solo tu. Perché? Perché nessuno ti ha mai avvisato che un buon sito web deve essere ottimizzato per i motori di ricerca. Come? Grazie ad una tecnica specifica che si chiama SEO: Search Engine Optimization.

Per fortuna, il Seo comincia a farsi strada anche in Italia ed è in aumento la richiesta di esperti Seo che si occupino di ottimizzazione per motori di ricerca. Le aziende, gli imprenditori o le associazioni si sono resi conto dell'importanza di occupare posizioni alte nelle classifiche dei motori di ricerca, almeno in quelli più diffusi (Google e Yahoo). Dal canto loro, gli esperti Seo continuano ad affinare la tecnica, a scambiare in rete opinioni, consigli, strumenti (lo sapevate, ad esempio, che il mio primo manuale Seo in pdf l'ho trovato per caso in un sito?) per tenersi sempre aggiornati o stare - come va di moda dire - sul pezzo. Già, perché l'esperto Seo non può dormire sugli allori; l'esperto Seo arranca, tribola, trema, stenta, studia, gioisce un istante e subito si rimette all'opera. Insomma, non si ferma mai, perché è il web - suo habitat naturale - a muoversi di continuo.

Ecco perché anche le regole del Seo stanno cambiando. Fino a ieri, un esperto di posizionamento sui motori di ricerca conosceva a memoria la scaletta da seguire:

  • analizzare i siti concorrenti
  • scegliere con accuratezza le keyword e, tra queste, definire le più importanti: le trophy word
  • scrivere metatitle contenenti trophy word diverse per ogni pagina
  • titolare i contenuti utilizzando i metatag da H1 a H6 con le keyword in ordine di importanza
  • scrivere contenuti che rispettassero una determinata keyword density (4, 5 o anche 7%, a seconda dei motori di ricerca)
  • costruire dei link efficienti, funzionanti, pertinenti, meglio ancora se corrisposti (cioè con un corrispettivo link al nostro sito da parte del sito che noi avevamo linkato)

I motori di ricerca, poi, avevano ormai imparato a riconoscere e a penalizzare alcuni "trucchetti" come la ripetizione priva di senso delle parole chiave, fatta tanto per aumentare la keyword density, o lo spamming di link al sito da posizionare. Ogni vero professionista del Seo sapeva (e sa) che il suo è un lavoro che richiede tempo, pazienza e costanza, dunque aveva compreso che il miglior investimento (dettato in fondo dal buon senso) era la creazione di buoni testi all'interno dei siti web: testi che includessero le parole chiave, ma che fossero anche chiari, comprensibili, esaustivi. In altre parole, un esperto Seo sapeva di dover tirare fuori contenuti di qualità.

Nel tempo, la qualità è diventata un criterio sempre più importante per il posizionamento. E' diventata così importante che il suo stesso significato è cambiato, si è dilatato, sino a comprendere molto più che la semplice buona fattura dei testi o la scelta delle parole chiave. Con il concetto di qualità - sempre in ambito Seo - si intendono oggi molte più cose: testi, uso accorto della lingua, ma anche facilità di navigazione, usabilità, e un insieme di fattori soggettivi (anche troppo, secondo alcuni...) come la gradevolezza del sito, la forza attrattiva, la sociabilità.

Questo cambiamento, che ha avuto ripercussioni profonde nel mondo del Seo, è stato provocato dall'introduzione di Panda, il nuovo algoritmo Google per il posizionamento. Panda è arrivato e ha rivoluzionato il Seo. Come? Al post su Seo e Google Panda, per approfondire.